domenica 22 aprile 2012

Non c'è più religione

Crisi dei valori: rubata la bicicletta del Parroco del Duomo. Maxi operazione di polizia per il recupero.
Il Papa: "Recuperare valore cristiano della Fede. E la bicicletta."

La piaga cittadina del furto di biciclette invade anche la sfera religiosa. Nella giornata di ieri, e senza che nulla lo lasciasse presagire, ignoti hanno trafugato la bicicletta di don Giancarlo Cicetti, Arciprete al Capitolo della Cattedrale e membro del Consiglio Presbiteriale, con funzioni di parroco del Duomo nel week end.

Non si è trattato di un furto qualsiasi: la Ecclesia 2000 di proprietà del parroco è una bicicletta particolare con funzioni ecclesiastiche, appositamente studiata per l'impiego pastorale di tutti i giorni. Realizzata in una lega di fibra di carbonio e incenso, con il cambio a bagno d'olio santo, è leggerissima e consente comode ascensioni anche su pendenze infernali, grazie anche alla pedalata assistita Deogratias. Fra gli accessori monta l'aspersore a idrante Urbi et orbi, particolarmente utile nel periodo pasquale per la benedizione dei grandi condomini e il confessionale stradale Redde rationem per i casi urgenti.

Proprio le particolari caratteristiche dell'Ecclesia 2000 hanno subito fatto pensare ad un furto opera di professionisti, che ben conoscevano gli orari e le abitudini del Parroco e si sono mossi con grande scioltezza nell'intricato dedalo del cortile del Duomo, presidiato giorno e notte dalle suore Vigilanti, un ordine monastico che cura la security nella Casa del Signore. I ladri hanno forzato il tabernacolo in bronzo dove era custodita la bicicletta e l'hanno fatta uscire approfittando di una processione autogestita delle Piccole Postulanti di Maria che attraversava la piazza in quel momento.

I sospetti degli inquirenti si sono subito concentrati su un gruppo di chierichetti resistenti che rivendicano da tempo migliori condizioni di lavoro e su un arcidiacono che ha intrapreso un difficile percorso di recupero della Fede ma con il cammino irto di tentazioni. In pochi minuti tutte le vie d'accesso al Centro Storico sono state bloccate con l'introduzione di alcune isole pedonali, prontamente allestite con un'ordinanza urgente del Sindaco.

 
La successiva operazione congiunta fra il reparto aeronavale dei Carabinieri e una pattuglia di Vigili Urbani ha consentito il pronto recupero della bicicletta, abbandonata sul muro della Chiesa di San Martino in quello che è risultato, secondo gli inquirenti "un chiaro avvertimento di stampo clericale".

La restituzione della bicicletta al legittimo proprietario ha causato l'annullamento della messa di riparazione prevista nel pomeriggio e il parroco del Duomo, per ringraziare le forze dell'ordine, ha ribattezzato la pattuglia dei Vigili Urbani come i "Piccoli Cavalieri della Fede", con poteri speciali di ordine pubblico e redenzione durante la messa domenicale.

Quello dei furti di biciclette è un grave problema cittadino da sempre. Ogni anno vengono rubate circa quattrocento biciclette, con un aumento vertiginoso del fenomeno durante l'estate, al punto che l'Amministrazione Comunale suggerisce di utilizzare le biciclette soltanto durante la stagione invernale. Le centinaia di denunce di furto rimangono inevase e le biciclette ritrovate e restituite ai proprietari sono soltanto una dozzina all'anno. Tutte le altre possono essere rinvenute nel parcheggio della stazione o nell'area del campus scolastico.

5 commenti:

Piccolo Lenin ha detto...

speriamo, la religione instupidisce e non migliora le persone moralmente ma le rende solo molto narcise nel credere di essere dei figli speciali di un fantomatico dio/dei (nel cristianesimo cattolico non si capisce bene quanti dei ci siano: uno, tre o molti tra santi e madonne)

si veda l'ottimo saggio L'AVVENIRE DI UN'ILLUSIONE di cui sintesi su wikipedia, IL TESTAMENTO DI MESLIER e il recente e prgevole L'ILLUSIONE DI DIO di Dawkins

su situazione attuale della religiosità si veda
http://www.uaar.it/news/2012/04/20/crescono-atei-calano-credenti/

buona lettura a tutti gli ateandi...

Anonimo ha detto...

...hai dimenticato di citare anche il pulsante "vino veritas", con cui compare un trasparente tubino che finisce nel serbatoio del vin santo: x ammorbidire le confessioni...e come defatigante x le salite aspre alla "sperindio" ;-) (Daniele_Sole)

Serola ha detto...

ahahah, bentornato Piaga, quanto mi sei mancato :)

Anonimo ha detto...

Viene da domandarsi se i CC sono altrettanto tempestivi e risolutori nel risolvere queste operazioni di massima sicurezza, quando ad essere rubate sono le biciclette del "cittadino medio qualunque" (?).

Anonimo ha detto...

di questi tempi c'è poco da ridere, ma un sorriso sulle tue ironie ci sta e aiuta un po'.
licaone-antiverdame